Mercoledì 8 Agosto in piazza a Chioggia è “Bravissima Tour”

Comunicato stampa Comune di Chioggia:

Mercoledì 8 Agosto alle 21 in piazza Vigo a Chioggia si svolge la prima tappa veneta di “Bravissima”, tour nazionale che in città ha il patrocinio del Comune di Chioggia.
Presenta il talent show Valerio Merola, conduttore Rai-Mediaset (Domenica In, Fantastico, Scherzi a parte…) e attuale opinionista del programma “Mattino 5” condotto da Federica Panicucci.
«Questo è il primo talent show della tv italiana – spiega l’ideatore e conduttore Valerio Merola – nasce infatti nel 1991 con l’allora esordio di Violante Placido, figlia del grande attore e regista Michele, che proprio dal palcoscenico di “Bravissima” fu lanciata nel mondo dello spettacolo e in particolare del cinema. Lo storico slogan era, ed è tuttora: non solo bella, ma anche brava. Anzi Bravissima! La partecipazione si articola nelle varie categorie in concorso ovvero ballo, canto, moda, cinema, tv, fitness, magia e la vincitrice dovrà dimostrare talento in più discipline». L’esibizione si alternerà a momenti di spettacolo dei giurati, tra i quali il fondatore del gruppo “I Nuovi Angeli” Valerio Liboni, il cabarettista Gabriele Marconi, il Mago Heldin, il regista cinematografico Alberto Moroni, il dj Francesco Fontes.
Sono ancora aperte le iscrizioni gratuite, età ammessa dai 15 ai 35 anni (ma per le più giovani esiste la categoria Bravissima Junior e per le over Bravissima Senior). Le ammesse dalla tappa di Chioggia parteciperanno di diritto alla finale nazionale del 7-8 dicembre a Borgaro Torinese al Teatro Atlantic, con le telecamere di SKY per uno special dove sarà inserita anche un collegamento registrato della tappa di Chioggia.
Nel corso della serata clodiense verrà consegnato un riconoscimento al libro “Aldo e Dino Ballarin, dall’infanzia al Grande Torino” della scrittrice Barbara Mastella, dedicato ai due fratelli calciatori originari di Chioggia che militarono nella gloriosa squadra del Toro, negli anni della tragedia di Superga.

INTERVISTA A VALERIO MEROLA

Sono la Bravissima 2014 Nicole Fontana, per me è stata una fantastica esperienza, attualmente lavoro in tv, nello spettacolo e nella moda come desideravo. ma voglio cimentarmi anche come giornalista, ecco la mia intervista a Valerio Merola, ideatore e patron di Bravissima.

Bravissima è un tuo format, quando lo hai ideato nel 1991 prevedevi un così grande successo negli anni?

Quando ebbi l’idea di Bravissima, riuscendo a realizzarla, esistevano unicamente i concorsi di miss, le ragazze venivano giudicate soltanto per la loro bellezza, il talento veniva considerato un optional. Ero fiducioso nel suo successo, in senso assoluto una novità, non esisteva la formula del talent show, non esistevano Amici, X Factor, The Voice e tutti gli altri. Con molta modestia ma posso affermare di essere stato in senso assoluto l’ideatore della formula talent show.
Il successo di Bravissima, e non solo in Italia, ha superato le mie aspettative.

Tra i Paesi esteri dove hai portato Bravissima, quale ricordi con più piacere e dove il tuo talent show ha riscosso più successo?

Sicuramente nel mio cuore resta al primo posto Cuba, dove ho lavorato come direttore artistico della tv di stato Cubana, rivoluzionando il palinsesto e inserendo proprio Bravissima tra i programmi novità. Il successo fu clamoroso, al primo casting a l’Havana si presentarono mille ragazze! Venivano da tutta l’isola, nonostante la difficoltà negli spostamenti. Fu il programma più seguito e popolare fino al 2000. Ricordo con molto piacere ed emozione anche alcune selezioni che ho fatto nel corso degli anni a Los Angeles e New York riservate alle ragazze di famiglie di italiani emigrati negli States.

Per Bravissima quale partecipante ti ha dato maggiori soddisfazioni?

Non voglio privilegiare nessuna in particolare, per me ogni ragazza partecipante al mio Bravissima può diventare una star e regalarmi soddisfazioni artistiche e professionali, ed è successo varie volte. Sono in particolare orgoglioso di una cosa: a distanza di anni molte ragazze, ora adulte, qualcuna artista affermata, altre hanno preferito una vita lontana dal palcoscenico, continuano a mantenere i contatti con me e altre colleghe concorrenti, ricordano Bravissima come una splendida e indimenticabile esperienza.

Nella prima storica e trionfale edizione del 1991 dal Teatro Verdi di Montecatini chi ha condiviso con te la scena?

Tutte le concorrenti, i moltissimi ospiti vip e i grandi artisti intervenuti, in particolare la bellissima Violante Placido che proprio quella sera accanto a me iniziò la sua carriera artistica. Era seguita dietro le quinte dal trepidante babbo Michele Placido che alla fine si complimentò con noi e si entusiasmò a tal punto per la formula di Bravissima da diventare docente di recitazione alla Bravissima Academy di Roma.

Dopo molti anni all’estero hai riportato nel 2014 Bravissima in Italia, perchè?

Mi sono reso conto che nonostante fossero nati molti talent show dopo Bravissima, avevo ancora voglia di offrire una occasione alle ragazze italiane dotate di talento artistico. Il talento ha bisogno di una ribalta professionale per poterlo dimostrare, per farsi notare, ricevere un sostegno per realizzare le proprie aspirazioni. Bravissima non è un business per chi lo organizza, l’iscrizione è completamente gratuita, è un talent per chi realmente aspira a lavorare nello spettacolo, tutto il team di Bravissima ed io in prima persona lavoriamo per offrire una reale opportunità alle ragazze che hanno i numeri per emergere. Il successo anche televisivo delle ultime edizioni 2014 – 2015 – 2016 confermano che anche in Italia Bravissima ha ancora molto da fare.

Come giudichi gli spettacoli del tour nazionale di Bravissima?

Come un musical Bravissima è un grande spettacolo di molte discipline, le ragazze si presentano come cantanti, ballerine, indossatrici, fotomodelle, attrici, presentatrici, atlete di fitness, dj. Uno spettacolo di Bravissima entusiasma il pubblico e lo coinvolge nella gara, senza contare i vip della giuria, artisti amati dalla gente, si esibiscono come ospiti durante la serata e completano il successo dello spettacolo.

Vorrei chiudere questa intervista con il tuo consiglio alle ragazze che vogliono partecipare a Bravissima

Credici e non mollare mai, fissa il tuo obiettivo e lotta per conquistarlo, preparati al massimo, sul palco dai il meglio di te, solo tu puoi realizzare il tuo sogno, Bravissima ti aiuta a farlo.